News on line

L’articolo dello scorso mese, del quale assumo la responsabilità in qualsiasi sede, dal titolo paradossale come ho ben specificato, ha aperto un dibattito acceso fra piloti e operatori del settore, ed è arrivato al Senato della Repubblica. È andato a segno essendo una proposta di dissenso forte e tangibile, fatta – pensate un po’ – addirittura nell’interesse di AeCI, la cui attuale struttura e organizzazione non rispecchiano più la realtà del mondo del volo italiano. È indispensabile un cambio radicale dello statuto che solo un bravo Commissario può attuare, aprendo al confronto con tutti gli stakeholders del settore, anche quelli non ufficiali, per dare una effettiva rappresentanza alle decine di migliaia di piloti e appassionati che oggi contano zero, ma sono i primi finanziatori dell’Ente, attraverso i servizi a pagamento. Avremo modo di discuterne e di avanzare alcune proposte, per ora limitiamoci alla nostra provocazione, quella di sospendere la trascrizione della visita medica sull’attestato tagliando parte dei finanziamenti all’Ente; non per danneggiarlo, sia chiaro, ma solo per far capire anche ai più ottusi che così non si va più avanti e che ascoltare la protesta diventa un dovere.

Ho scritto che la trascrizione è facoltativa, anche se è indicata nel DPR 133, e apro quindi un secondo fronte, quello delle regole che devono essere chiare e sostenibili, nell’interesse di tutti. La norma è stata scritta per convincere tutti che si tratta di una trascrizione obbligatoria, senza la quale non è possibile volare, e ancora oggi AeCI lo sostiene in una nota di risposta al mio articolo sul sito www.aeci.it il cui stesso titolo è falso: “Convalida attestati di volo VDS”. Chi lo ha scritto (il pezzo non è firmato, ma il DG lo deve almeno aver approvato) non sa che legge 106 stabilisce che l’attestato, una volta conseguito, è valido a vita. Ripeto: a vita. Si può però volare solo con la visita medica in corso di validità, se scade quella non si vola. Punto. Quindi, a partire dal titolo, chi ha scritto dimostra di non sapere di cosa sta parlando. E c’è di più, perché nella risposta leggo testualmente: “L’attestato di volo, pertanto, privo della registrazione della certificazione medica in corso di validità non consente di svolgere attività di volo”. Falso, assolutamente falso, lo scrive AeCI ma il DPR non lo dice da nessuna parte, e neanche la legge 106 che dice esattamente il contrario. Un’interpretazione coscientemente farlocca che evidenzia semmai come anche il DPR sia scritto e interpretato in maniera ambigua, e come ci sia bisogno di intervenire anche a quel livello, magari con consulenti onesti che non taroccano le versioni in valutazione a fini di interessi personali, come accaduto. E sono il primo a dire che la trascrizione della scadenza sulla visita è consigliabile, perché a quel punto si porta con sé solo l’attestato, senza dovere avere anche la visita medica in originale. Ne possiamo parlare sino alla noia, intanto questa falla ha piantato nel fianco della gestione Leoni – Cacciatore una spina che fa molto male. E la rielezione (per giunta anticipata di tre mesi, forse per evitare lo tsunami in arrivo) di Leoni a Presidente AeCI è stata ufficialmente dichiarata “indegna”, termine pesantissimo usato dalla senatrice Laura Puppato nella sua lettera urgente al ministro Del Rio del 19 luglio, lettera che si apre proprio riprendendo il mio articolo dello scorso mese: “È evidente che il perpetuarsi di tale situazione non può che danneggiare gli appassionati e gli sportivi che versano quote anche importanti all’AeCI, minacciando gli stessi di non versare più per inaffidabilità della figura apicale responsabile del buon andamento. L’arroganza di pochi pare vincere a scapito di una corretta e trasparente gestione dell’intera struttura”. La conclusione della lettera è talmente pesante che al confronto i miei editoriali sono carezze affettuose: “Le chiediamo, se alla luce dei fatti precitati, non ritenga necessario, anzi di più proprio doveroso, non procedere alla ratifica di questa indegna designazione dell’assemblea federale. Vengono naturali i dubbi anche sulla qualità generale di tale rappresentanza dopo una designazione che risulta in spregio a qualunque dignitosa opportunità. Riteniamo molto importante un intervento da parte del Governo che sancisca il ripristino dell’onorabilità per AeCI, chiudendo un penoso capitolo durato fin troppi anni e così restituendo il giusto peso e valore alle motivate e numerose richieste degli iscritti”. In Germania un ministro si è dimesso per aver copiato mezza pagina da un testo non suo per la tesi universitaria, e dopo un giudizio simile, dopo una pesantissima condanna, una sospensione dal CONI e una interdizione perpetua dai pubblici uffici, uno come Leoni dovrebbe avere un sussulto di orgoglio e sparire definitivamente, andando a occuparsi solo dei suoi processi e delle sue condanne. Ma siamo in Italia, culla dell’inerzia e della burocrazia, e stiamo ancora aspettando una risposta ufficiale di AeCI a questa ultima mazzata. Forse arriverà prima la risposta del governo.

Rodolfo Biancorosso – direttore@vfraviation.it

CATEGORIE:

Approfittando di un passaggio in Italia del dimostratore ufficiale abbiamo potuto vedere da vicino e provare il nuovo M600, il turboprop al top della gamma monomotore Piper

CATEGORIE:

Il raduno più anomalo che si possa immaginare, da sempre a metà fra la zingarata e l’outlaw, dopo una serie di edizioni epiche sembrava aver concluso il suo ciclo. Ma siccome esiste il Boglietto…

CATEGORIE:

E siamo a nove! Organizzato dall’Historical Aircraft Group nel tradizionale fine settimana del 24-25 giugno, il Fly Party si è confermato anche quest’anno il principale raduno aeronautico in Italia grazie a tre aspetti cruciali: grande, ben partecipato e informale, come [...]

CATEGORIE:

Una delle cose belle del volo è il poter “vedere di sotto” e per un pilota che si riempie gli occhi dall’alto è forse inconcepibile che un cieco possa avere desiderio di volare e che, soprattutto, possa avere il pieno [...]

CATEGORIE:

Mentre leggete queste note, Luca Bertossio è già da alcuni giorni impegnato in Polonia ai massimi livelli, e ci è arrivato dopo aver vinto il Campionato italiano di illimitata e il Trofeo Ambrogetti con un aliante completamente rinnovato, il Red [...]

CATEGORIE:

Il Campionato di acrobazia a motore si è tenuto a Lugo di Romagna con l’organizzazione dell’Aeroclub Milano e l’ospitalità del locale Aeroclub “F. Baracca” che ha garantito il supporto logistico. Il risultato è stata una gara svoltasi regolarmente con un’ampia [...]

CATEGORIE:

Nel novembre 1977, dopo quasi due anni di battaglie legali, il Concorde iniziò i prestigiosi collegamenti con New York. All’epoca l’evento ebbe una rilevanza mondiale e parve inaugurare una nuova era del trasporto aereo: la realtà, come ben sappiamo, fu [...]

CATEGORIE:

- Inverted Flyparty – 3° Meeting Cessna – 9° Memorial Andrea Venturini

CATEGORIE:

Con oltre 10.000 velivoli costruiti, il MiG-17 “Fresco” è stato uno dei caccia russi prodotti nel maggior numero di esemplari, servendo con numerosissime aviazioni di paesi allineati all’Unione Sovietica: con il postbruciatore offre prestazioni eccezionali, ma quanto è scorbutico a [...]

CATEGORIE:

Pagina 1 di 4712345...102030...Ultima »
CHIUDI
CLOSE